L'Associazione Covalpa Abruzzo di Celano (AQ) tra le 10 "Imprese Vincenti" dell'Agroalimentare premiate da Intesa San Paolo

11' di lettura 16/02/2023 - Mercoledì a Torino si è svolta la tredicesima tappa del roadshow di "Imprese Vincenti", il programma di Intesa Sanpaolo per la valorizzazione delle piccole e medie imprese che rappresentano un esempio di eccellenza imprenditoriale capace di reagire con successo ai delicati e continui cambi di contesto.

In questa quarta edizione i filoni progettuali del PNRR acquistano una rilevante centralità, rappresentando sia alcuni dei parametri di selezione delle aziende che i temi portanti del tour che farà tappa nelle principali città italiane.

La tappa di mercoledì è stata dedicata al settore Agribusiness ed è stata ospitata all'auditorium del grattacielo di Intesa Sanpaolo a Torino dove dieci "Imprese Vincenti" del comparto si sono presentate all'ampia platea di presenti raccontando la propria storia aziendale, le scelte strategiche che le hanno portate a consolidare il proprio percorso di sviluppo, le azioni di innovazione realizzate in questo particolare contesto economico: Donnafugata, cantina di vini siciliani, Azienda Agricola Cau&Spada, produttrice di cereali e formaggi, Fattoria della Piana, specializzata sempre nei prodotti caseari, Distillerie Bonollo Umberto, Martinucci per produzione di pasticceria e gelateria surgelata, Mangimi Liverini, Belgravia società agricola produttrice di piante da fiore, Associazione Covalpa Abruzzo, specializzata nell'agricoltura di alta qualità, Parma Is per prodotti freschi e pronti, Meregalli Giuseppe per distribuzione di vini e spirits.

Due menzioni particolari per la Cantina Coppacchioli Tattini (Cupi–Macerata) e l'Azienda Agricola Monge (Villafalletto–Cuneo), imprese selezionate da Coldiretti che durante la tappa riceveranno due premi speciali per l'agricoltura, come riconoscimento al particolare legame con il territorio, la valorizzazione del made in Italy e l'introduzione di innovazione.

La Direzione Agribusiness è il centro di eccellenza del Gruppo Intesa Sanpaolo dedicato all'agricoltura, silvicoltura, allevamento, florovivaismo e agriturismi che punta a cogliere le enormi potenzialità di uno dei settori produttivi più importanti del Paese, grazie anche agli 8 miliardi di euro per le erogazioni a medio e lungo termine previste nell'arco del Piano d'Impresa 2022-2025 da destinare alle PMI del settore agro-alimentare con fatturato fino a 350 mln di euro.

Forte di 228 punti operativi su tutto il territorio nazionale e circa 1.000 professionisti a servizio di oltre 80 mila clienti, la Direzione Agribusiness è a supporto delle imprese agroalimentari anche per l'acceso ai bandi previsti dal PNRR di settore e, grazie all'accordo siglato tra Intesa Sanpaolo e Coldiretti, mette a disposizione un ulteriore plafond di 3 miliardi di euro per il rilancio dell'agricoltura in ottica di innovazione e sostenibilità, temi-chiave anche sul fronte dei servizi all'agritech, dei finanziamenti s-Loan Agri, del supporto all'internazionalizzazione, fino agli accordi sul pegno rotativo non possessorio ed alla disponibilità di plafond calamità a fronte di eventi atmosferici estremi.

Lanciata lo scorso maggio, l'iniziativa Imprese Vincenti ha raccolto un ampio interesse in tutta Italia grazie all'opportunità offerta alle imprese di essere inserite in programmi di accompagnamento alla crescita e di visibilità a livello nazionale realizzati da Intesa Sanpaolo e dai partner del progetto. Ben 4.000 PMI, che complessivamente contano 150.000 dipendenti e registrano circa 35 miliardi di fatturato, si sono autocandidate sul sito della Banca. Tra queste ne sono state selezionate 140 che spiccano per investimenti in piani di rilancio e trasformazione secondo le direttrici indicate dagli obiettivi del PNRR. Si tratta dunque di piccole e medie imprese che hanno avviato progetti o raggiunto risultati in termini di Digitalizzazione e Competitività; Sostenibilità e Transizione ecologica; Innovazione, Ricerca e Istruzione; Welfare e Salute.

Queste realtà imprenditoriali, nonostante le dimensioni contenute tipiche del nostro tessuto produttivo, hanno una forte vocazione all'export con un fatturato estero che in media rappresenta il 70% del totale.
Si tratta di aziende dal profilo innovativo e sostenibile, spesso poco conosciute ma capaci di creare valore aggiunto per il Paese e il mercato del lavoro, che valorizzano le specificità del territorio, altro elemento chiave di questa nuova edizione. A queste imprese verranno forniti gli strumenti per affrontare tutte le fasi di vita del business, favorendo l'investimento nei fattori intangibili (immateriali, R&S, Filiera, Formazione) e nei pilastri dello sviluppo, ovvero internazionalizzazione, sostenibilità, innovazione, digitalizzazione e finanza straordinaria.

Il successo del programma Imprese Vincenti, lanciato nel 2019 e giunto alla quarta edizione, sta nella capacità di evolvere adattandosi alle mutate esigenze delle aziende e dei contesti economici. Quest'anno in particolare verrà data voce a quelle imprese che hanno superato la fase del Covid, che hanno accompagnato la ripresa del PIL e oggi si trovano a dover affrontare la crisi energetica e dunque ad investire ed accelerare scelte di sostenibilità e di innovazione.

Dopo le tappe di Milano, Torino, Cuneo, Brescia, Bergamo, Padova, Venezia Mestre, Firenze, Bologna, Roma, Napoli, Bari e la tappa Agribusiness di Torino, il tour prosegue il 24 febbraio a Torino con tema l'impatto sociale per le imprese sociali e al terzo settore, che esprimono una componente essenziale dell'economia del Paese. Particolare attenzione è dedicata anche al turismo, un comparto che dopo aver sofferto molto gli effetti della pandemia si sta rivelando determinante per la ripresa italiana grazie anche a un'offerta rinnovata e orientata alla sostenibilità. Verrà infine organizzato un evento conclusivo di rilievo nazionale, rivolto a tutte le 140 Imprese Vincenti, che proporrà il confronto a più voci sui fattori di successo dell'imprenditoria italiana.

Un punto di forza del programma Imprese Vincenti - che dal suo avvio nel 2019 ha raccolto 14.000 candidature e valorizzato circa 500 eccellenze, di cui circa 60 accompagnate nel percorso ELITE del Gruppo Euronext - risiede nella capacità di creare un ecosistema di attori di prim'ordine che sostengono le PMI nel loro processo di crescita. Insieme ai partner storici – Bain & Company, ELITE e Gambero Rosso, che metteranno a disposizione le loro competenze di advisory - si confermano Cerved, partner tecnico che collaborerà nell'analisi dei dati per la selezione delle Imprese Vincenti, e Microsoft Italia, che accompagnerà le PMI con formazione e servizi di supporto tecnologico per accelerare i percorsi di trasformazione digitale.

Confermati anche Nativa, Regenerative Design Company che supporta le aziende in una radicale evoluzione verso modelli rigenerativi, e Circularity, società specializzata nello sviluppo di modelli di sostenibilità e di economia circolare, che affianca Intesa Sanpaolo nel supportare le PMI a sviluppare modelli di business con finalità ESG. Confermata anche la partnership di Coldiretti, che offre alle aziende operanti nell'agribusiness la propria esperienza per sviluppare percorsi di competitività e sostenibilità. Grazie agli strumenti per lo sviluppo di competenze su internazionalizzazione, circular economy, reti commerciali e cost management, le funzioni specialistiche di Intesa Sanpaolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center accompagneranno i programmi di sviluppo di Imprese Vincenti offrendo quel supporto specialistico e strategico che fa di Intesa Sanpaolo un punto di riferimento non solo finanziario.

Massimiliano Cattozzi, responsabile Direzione Agribusiness Intesa Sanpaolo: "La tappa di Imprese Vincenti dedicata all'agricoltura rappresenta, soprattutto nell'attuale contesto, un evento unico per valorizzare le molteplici eccellenze che in Italia vantiamo in ambito agroalimentare premiando innovazione, progettualità e capacità imprenditoriali oltre che la profonda qualità del business. In tal senso Intesa Sanpaolo, forte del ruolo di riferimento che la Direzione Agribusiness detiene sulle aziende di questo comparto, ha rafforzato ulteriormente il proprio supporto grazie ad una crescente vicinanza su interventi decisivi per l'agricoltura del futuro come gli investimenti in transizione digitale ed ecologica, oltre che nell'offrire sostegno concreto alle aziende per i fabbisogni legati alla liquidità nei pagamenti e alla continuità produttiva. Un network di nuovo credito a medio e lungo termine testimoniato dagli 8 miliardi di euro messi a disposizione delle piccole e medie imprese dell'agro-alimentare nell'arco del Piano d'Impresa 2022-2025 con in parallelo i 3 miliardi di euro relativi all'accordo siglato con Coldiretti a supporto dell'accesso ai bandi del PNRR".

Le "Imprese Vincenti" Agribusiness

Donnafugata - Sede: Marsala, (TP). Donnafugata, nata in Sicilia nel 1983, è l'azienda vitivinicola siciliana guidata da José e Antonio Rallo, quinta generazione nel vino di qualità. L'azienda può contare sulle cantine storiche di Marsala e quattro tenute dedicate a piccole produzioni di pregio da oltre 400 ettari di vigneto e cantine di vinificazione: Contessa Entellina, nel cuore della Sicilia sud-occidentale; Pantelleria, isola del sole e del vento, dove la coltivazione della vite ad alberello è Patrimonio Unesco; sull'Etna, il vulcano più alto e attivo d'Europa; nel territorio di Vittoria, tra l'altopiano Ibleo e il mare, terra del Cerasuolo Docg. www.donnafugata.it

Azienda Agricola Cau&Spada - Sede: Sassocorvaro Auditore (PU). Cau&Spada è dedita alla produzione biologica di cereali e foraggio, allevamento di ovini e produzione di latte. Un caseificio agricolo con vendita diretta e distribuzione di formaggi di produzione propria. L' Azienda oggi si sviluppa nel ciclo di una filiera corta totale. L'impresa controlla infatti tutto il ciclo produttivo: dallo stelo d'erba che bruca l'animale alla vendita finale del prodotto. www.cauespada.it

Fattoria della Piana - Sede: Candidoni, (RC). Dal 1930, Fattoria della Piana è una cooperativa di allevatori calabresi che raccoglie e trasforma il latte in formaggi di alta qualità che distribuisce direttamente in Italia e nel mondo. Grazie ad un moderno impianto di biogas ed ai pannelli fotovoltaici che producono energia e fertilizzanti l'azienda è diventata un modello di economia circolare che parte dalla terra e ritorna nella terra. www.fattoriadellapiana.it

Distillerie Bonollo Umberto - Sede: Mestrino, (PD). Dal 1908 le Distillerie Bonollo Umberto SPA di Padova sono un riferimento qualitativo nel settore della distillazione grazie a un know how produttivo avanguardistico, alimentato da continui rilevanti investimenti in ricerca e tecnologia. Nel 1999 nasce OF Amarone Barrique, incomparabile distillato che rompe gli schemi tradizionali del settore, creando una nuova categoria di mercato. Da sempre ispirata al riutilizzo delle risorse, Bonollo riduce al minimo l'impatto ambientale. Dalla vinaccia, oltre al distillato, si ottengono numerosi sottoprodotti che generano un'economia circolare virtuosa. www.bonollo.it

Martinucci - Sede: Presicce - Acquarica (LE). La Martinucci si occupa della produzione di pasticceria e gelateria surgelata e nasce dalla naturale evoluzione del mondo della pasticceria artigianale che la famiglia Martinucci continua a presidiare. Lancia nel 1990 la linea industriale di gelato prima e di pasticceria subito dopo. Nel 1994 viene inaugurato un primo stabilimento produttivo a Specchia. L'importante crescita di fatturato ha portato ad aprire un nuovo stabilimento dedicato al mondo del gelato nel 2016 ed un nuovo polo produttivo per torte e monoporzioni nel 2022. www.martinucci1950.com

Mangimi Liverini - Sede: Telese Terme (BN). La Mangimi Liverini dal 1969 produce mangimi destinati ad animali da reddito nutrizionalmente corretti e sostenibili per una dieta bilanciata. La qualità è un obiettivo strategico della Liverini che lavora costantemente con innovazione, tecnologia e ricerca, consulenza e produttività, valore economico e sociale per un impegno sostenibile di risorse utile a creare i giusti ingredienti per un'opportuna valorizzazione zootecnica nella specializzazione della nutrizione animale. www.liverini.it

Belgravia società agricola - Sede: Azzano San Paolo, (BG). Belgravia nasce negli anni '70 dall'intraprendenza imprenditoriale della famiglia Camozzi, prima con la coltivazione di ortaggi e poi con la coltura di insalate in serra e la sua successiva lavorazione per renderle un prodotto pronto al consumo. Dopo 5 anni di ricerca, sviluppo Belgravia è la prima azienda europea nel mondo delle insalate Baby Leaf ad aver ottenuto la certificazione residuo zero. www.belgravia.it

Associazione Covalpa Abruzzo - Sede: Celano, (AQ). Nata nel 1989, è un'organizzazione di produttori leader in Italia nel settore della produzione, trasformazione e commercializzazione di ortaggi surgelati. Oggi è costituita da 12 Società Cooperative di produzione di primo grado e conferimento di ortaggi che a loro volta rappresentano una base complessiva di 262 soci, per un totale di 111 soci conferenti nel 2021 e 1.259 ettari investiti.

www.covalpabruzzo.it

Parma Is – Sede: Traversetolo (PR). Parma Is nasce nel 2012 con la missione di offrire al consumatore prodotti freschi e innovativi, utilizzando materie prime di alta gamma, per rispondere alle crescenti esigenze di piatti pronti e salutari che stanno interessando sempre più il mercato del largo consumo. I prodotti Parma Is Fresche Idee hanno innovato l'offerta rivolta al comparto dell'industria e del consumatore finale grazie alle loro caratteristiche di qualità freschezza, sicurezza alimentare, shelf life allungata. www.parmais.it

Meregalli Giuseppe - Sede: Monza, (MB). Azienda leader in Italia nella distribuzione di vini e spirits nazionali e internazionali. Oltre 1.500 eccellenze del panorama enologico mondiale. www.meregalli.com/it

Premio speciale per la Cantina Coppacchioli Tattini (Cupi–Macerata) e l'Azienda Agricola Monge (Villafalletto–Cuneo).

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Avezzano.
Per Telegram cercare il canale@vivereavezzano o cliccare su https://t.me/vivereavezzano.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0319482 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
È attivo anche la pagina Facebookfacebook.com/vivereavezzano.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-02-2023 alle 10:12 sul giornale del 17 febbraio 2023 - 44 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dSZS





logoEV
qrcode