SEI IN > VIVERE AVEZZANO > POLITICA
comunicato stampa

Ospedale Avezzano, PD: "Ennesima operazione di propaganda"

2' di lettura
30

"Abbiamo perso il conto degli annunci sul nuovo ospedale. Oggi si è consumata l'ultima puntata di questa storia infinita che serve più a rispondere ad esigenze elettorali che a dare dignità ai servizi sanitari sul territorio”.

Così il senatore Michele Fina, il consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci, il segretario del Pd della provincia dell’Aquila Francesco Piacente e la segretaria del Pd di Avezzano Anna Paolini.

Proseguono: “La Giunta regionale Marsilio per cinque anni ha lasciato la sanità regionale senza atti di programmazione: nessun piano sanitario regionale né rete ospedaliera approvati, per anni. Solo ora a pochi mesi dal voto ci si inventa questa operazione di marketing elettorale e si annuncia alla Marsica la costruzione del nuovo ospedale. Avremo nel 2027 un nuovo ospedale? Non ne siamo certi ma sicuramente possiamo affermare che non avremo più i servizi e i reparti che la nuova struttura dovrebbe ospitare. In effetti, come abbiamo ripetuto in modo continuo, ciò di cui il territorio ha bisogno sono reparti funzionanti, personale, risorse. E invece la peggiore politica di fronte a queste legittime rivendicazioni usa la chimera del nuovo ospedale".

"Negli ultimi anni abbiamo subito ogni disservizio possibile, con un pronto soccorso fuori controllo, reparti smembrati durante il covid, persino pazienti deceduti all'ingresso del triage. Ora ci raccontano con una parata pubblica che la ‘Marsica rinasce con Marsilio’. Affermazioni senza pudore che somigliano molto a quelle usate poche settimane fa per raccontare i grandi risultati sulla ferrovia. Il giorno successivo al convegno i fondi furono revocati e il potenziamento della ferrovia non si farà. Speriamo non finisca in questo modo per il più volte annunciato e mai realizzato ospedale di Avezzano”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2023 alle 11:57 sul giornale del 30 ottobre 2023 - 30 letture






qrcode