SEI IN > VIVERE AVEZZANO > CRONACA
articolo

Dai buttafuori alle cameriere, 73 lavoratori in nero nella discoteca

1' di lettura
38

I finanzieri della Compagnia di Avezzano hanno scoperto che una nota discoteca di Avezzano impiegava in modo irregolare 73 lavoratori attraverso tre società ed un’associazione senza fini di lucro.

Le operazioni ispettive delle Fiamme Gialle hanno consentito di riscontrare irregolarità in materia lavoristica e previdenziale in relazione alle posizioni lavorative di addetti alla security, dee-jay, artisti vari, addetti all’accoglienza, barman, addetti al guardaroba, cassiere, ballerine e un fotografo. In particolare sono state riscontrate molteplici irregolarità anche in ordine alle varie tipologie di contratti posti in essere, rapporti di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co.), rapporti di lavoro subordinato a tempo indeterminato e lavoro occasionale con pagamento mediante voucher.

Riscontrate inoltre l’omessa registrazione sul Libro Unico del Lavoro delle effettive ore di lavoro svolto, la mancata consegna dei prospetti paga, la mancata corresponsione della maggiorazione per lavoro notturno/festivo, il ritardato invio delle comunicazioni di assunzione, la mancata annotazione delle ore effettivamente prestate dal personale, il pagamento degli emolumenti in contanti. Le violazioni accertate sono state trasmesse all’Ispettorato Territoriale del Lavoro, all’INPS, all’INAIL e all’Agenzia delle Entrate.



Questo è un articolo pubblicato il 29-04-2024 alle 18:19 sul giornale del 30 aprile 2024 - 38 letture






qrcode